Scuola italiana “Pietro Della Valle”

 
 
Istituto Statuto della scuola Materna Elementari Scuola Media Liceo Scientifico

PROGRAMMA DI STORIA E ED. ARTISTICA

Classe Prima Media
Classe Seconda Media
Classe Terza Media

Classe Prima Media

FINALITA' GENERALI (comuni a tutte le materie)
- Elevare il livello di istruzione e di educazione di ciascuno
- Offrire occasioni di sviluppo della personalita' degli alunni in ogni direzione (etica, sociale, affettiva, ecc.)
- Sollecitare la progressiva maturazione da parte dell'alunno della coscienza di se' e del rapporto con il mondo esterno
- Far acquisire un'immagine sempre piu' chiara ed approfondita della realta sociale che circonda gli alunni
- Promuovere la formazione dell'alunno come persona e cittadino secondo i principi della Costituzione Italiana
- Favorire l'orientamento e l'inserimento nei cicli di studio successivi

FINALITA' SPECIFICA DELLA MATERIA
Concorre alla formazione umana maturando le capacita' di comunicare, chiarire ed esprimere il proprio mondo interiore mediante i linguaggi propri della figurazione e tecniche nuove. Sviluppa le capacita'percettive, favorisce la lettura delle opere d'arte e l'apprezzamento dell'ambiente nei suoi aspetti estetici.
OBIETTIVI TRASVERSALI (comuni a tutte le materie)
Stimolare e potenziare lo sviluppo armonico delle seguenti abilita' di base:

COGNITIVE
- Osservazione
- Registrazione e memorizzazione
- Osservazione e correlazione
- Comprensione
- Applicazione
- Analisi e sintesi

CONATIVE
- Attenzione
- Impegno
- Autonomia e Organizzazione
- Metodo e studio
- Flessibilita'
- Responsabilita'

SOCIO-AFFETTIVE
- Atteggiamento nei confronti della comunita' scolastica
- Auto ed Eteropercezione
- Controllo
- Integrazione

CRITERI SPECIFICI DELLA MATERIA

Gli alunni dovranno essere in grado di:
- Riconoscere i messaggi visivi presenti nell'ambiente
-Riconoscere ed usare materiali e gli strumenti tecnici
-Usare le tecniche in funzione delle espressioni volute
-Realizzare mezzi visivi personali (manifesto, locandina, ecc)
-Realizzare messaggi visivi in funzione espressiva descritta e narrativa
-Descrivere un documento o un'opera d'arte nelle sue varie componenti

OBIETTIVI OPERATIVI

Per il criterio specifico 1
- Sapere riconoscere i molteplici messaggi visivi presenti nell'ambiente- Spiegare ed usare la terminologia e le espressioni specifiche
- Definire ed usare le strutture semplici del linguaggio visivo (punto, linea, colore, luce)
- Interpretare i linguaggi specifici di comunicazione sociale, ed utilizzarli con semplici strumenti

Per il criterio specifico 2
- Riconoscere ed usare i materiali e gli strumenti tecnici (carta, matite, gessetti colorati, colori a cera, pennarelli)
- Riconoscere e descrivere le tecniche espressive (grafiche, pittoriche, plastiche)
- Usare le tecniche espressive
- Distinguere in lavori diversi le tecniche usate

Per il criterio specifico 3
-Realizzare messaggi visivi traendo spunto della realta' esterna, della lettura, dei mezzi di comunicazione sociale
- Interpretare messaggi visivi ricavati dall'esperienza diretta
- Realizzare messaggi visivi personali.
- Realizzare messaggi visivi in funzione espressiva, descrittiva e narrativa
- Riprodurre un documento o un'opera d'arte

Per il criterio specifico 4
- Elencare gli elementi che compongono un'immagine
- Descrivere un documento o un'opera d'arte nelle sue varie componenti
- Distinguere le caratteristiche principali di un'opera d'arte mettendola in relazione al periodo storico
- Cogliere in un'immagine o in un'opera d'arte il messaggio inviato dall'autore

 METODOLOGIA

Le lezioni si svolgeranno secondo i seguenti passi:
- Controllo dei compiti assegnati
- Lettura ed analisi del testo
- Verifica della comprensione
- Eventuale test o interrogazione di valutazione
- Assegnazione dei compiti a casa

SCANSIONE DEI CONTENUTI

MODULO UNO

Unita' Didattica 1 (settembre - ottobre)
Espressioni grafico- pittoriche con l'uso di diverse tecniche (pastelli, colori a cera, disegno sulla iuta)
La Preistoria : Le caverne del paleolitico, Architettura megalitica, Sistema trilitico
L'antico Egitto: Rappresentazioni delle forme, Le tombe, I templi
Creta: Civilta' e decorazione
Micene: La civilta' micenea e la tholos

Unita' Didattica 2 (novembre)
Esperienze legate al disegno ed al collage (media difficolta')
La Grecia arcaica: Il tempio, L'arte della ceramica, Lo spazio (per sovrapposizione di piani)
L'Etruria: la civilta' etrusca, le ricchezze per l'aldila', colore ed espressivita'

Unita' Didattica 3 (dicembre)
Il mosaico (con cartoncino o altro materiale) La fioritura dell'arte greca
Il tempio: struttura del tempio classico, gli ordini architettonici; dorico, ionico e corinzio
pittura vascolare: figure rosse scultura: stile severo
Ellenismo: la struttura arco volta a botte, Il Partenone

Unita' Didattica 4 (gennaio)
Mosaico (pietre colorate, vetro, ecc...)
Arte romana architettura: la volta a crociera e la cupola Pantheon e Colosseo
scultura: ritratti, archi di Trionfo, La colonna Traiana Pittura: tecniche per deilatare lo spazio
Qualche passo verso la prospettiva, La primavera

MODULO 2 (febbraio- giugno)

Unita' didattica 1 (febbraio)
Disegno - studio della teoria del colore- acquarello
Arte Medievale: arte Paleocristiana: cimiteri sotterranei
L'eta' d'oro a Ravenna: la stagione del mosaico
i Longobardi: abilita' nella lavorazine del metallo
Il Nuovo Impero d'occidente, Carlo Magno nelle arti e nella cultura

Unita' didattica 2 (marzo)
prosegue lavorazione tecnica acquarello
La Chiesa Romanica generalizzata
Chiese romaniche nell'area padana
Influssi bizantini a Venezia
Italia Meridionale tra Arabi e Normanni, Scultura: Benedetto Antelami

Unita' didattica 3 (aprile)
lavoro colori acrilici su iuta
Arte gotica, Il gotico d'oltralpe
Le vetrate, La chiesa gotica
Il gotico italiano
Scultura: Nicola e Giovanni Pisano, Arnolfo di Cambio

Unita' didattica 4 (maggio)

Studio di un cartellone pubblicitario
Arte gotica: la pittura
La scuola fiorentina, Giotto
Duccio di Boninsegna, Simone Martini
gotico internazionale
Cimabue, Pisanello, Gentile da Fabriano

Unita' didattica 5 (giugno)

Ripasso

VERIFICHE E VALUTAZIONI

Verifiche previste:

- Interrogazioni orali
- Prove scritte

La frequenza delle verifiche sara' la seguente:
Oltre alla verifica quotidiana dei compiti e della comprensione, valutazioni intermedie sono previste alla fine di ogni unita' didattica, il riepilogo generale e' previsto alla fine di ogni modulo.

I CRITERI di valutazione sono i seguenti:

Per il criterio 1:
Liv. A (ottimo)
Comprende pienamente le strutture del linguaggio visivo , li utilizza con autonomia e originalita', ricorrendo anche a semplici strumenti
Liv. B (distinto)
Comprende le strutture del linguaggio visivo e le utilizza sicura ed approfondita
Liv. C (buono)
Comprende nelle linee essenziali le strutture fondamentali del linguaggio e le utilizza in modo sostanzialmente corretto
Liv.D (sufficiente)
Comprende in modo parziale e superficiale le strutture fondamentali del linguaggio visivo che utilizza con difficolta' e approssimazione
Liv. E (non sufficiente)
Comprende in modo molto parziale e confuso solo alcune delle strutture fondamentali del linguaggio visivo e le utilizza in modo scorretto

Per il criterio 2
Liv. A (ottimo)
Ha una conoscenza Approfondita dei materiali e delle varie tecniche espressive, che utilizza in maniera consapevole ed originale
Liv. B (distinto)
Ha una conoscenza esatta delle varie tecniche espressive, che utilizza in maniera appropriata
Liv. C (buono)
Conosce le piu' semplici tecniche espressive e le usa in modo sostanzialmente corretto
Liv. D (sufficiente)
Ha una conoscenza confusa e parziale delle tecniche espressive, che usa in maniera imprecisa
Liv. E (non sufficiente)
Conosce in modo frammentario solo qualche tecnica espressiva, che stenta pero' a praticare

Per il criterio 3
Liv. A (ottimo)
Produce e rielabora, traendo spunto da piu' fonti, una molteplicita' di messaggi visivi in maniera autonoma e personale
Liv. B (distinto)
Conosce con precisione la struttura della lingua, e la usa adeguatamente
Liv. C (buono)
Conosce sostanzialmente la struttura e le funzioni della lingua, e la usa in modo abbastanza corretto
Liv. D (sufficiente)
Conosce in modo superficiale la struttura e le funzioni della lingua e la usa non sempre correttamente
Liv. E (non sufficiente)
Mostra gravi carenze sia nella conoscenza sia nella struttura della lingua che usa in modo scorretto anche nella produzione dei testi piu' semplici

Per il criterio 4:
Liv. A (ottimo)
Riferisce con sicurezza e padronanza sulle conoscenze acquisite cogliendone tutte le possibili relazioni ed esprimendo valutazioni personali e riflessioni critiche
Liv. B (distinto)
Rifersce in modo preciso sui contenuti appresi cogliendone le ralazioni fondamentali ed esprimendo semplici riflessioni personali
Liv. C (buono)
Rifersce nelle linee essenziali in maniera sostanzialmente organica sulle sulle conoscenze acquisite
Liv. D (sufficente)
Riferisce in modo parziale e poco organico sui contenuti appresi
Liv. E (non sufficiente)
Mostra poverta' di contenuti e stenta ad organizzarli, anche se guidato

SPAZI, STRUMENTI, MATERIALI

Gli spazi utilizzati saranno:
Aula di Classe
Biblioteca
Aula Disegno

Strumenti e materiali: Arte, AAVV, Bruno Mondadori Editore
Giornali, riviste, vocabolari artistici.


PER LA CLASSE SECONDA MEDIA

FINALITA' GENERALI (comuni a tutte le materie)
- Elevare il livello di istruzione e di educazione di ciascuno
- Offrire occasioni di sviluppo della personalita' degli alunni in ogni direzione (etica, sociale, affettiva, ecc.)
- Sollecitare la progressiva maturazione da parte dell'alunno della coscienza di se' e del rapporto con il mondo esterno
- Far acquisire un'immagine sempre piu' chiara ed approfondita della realta sociale che circonda gli alunni
- Promuovere la formazione dell'alunno come persona e cittadino secondo i principi della Costituzione Italiana
- Favorire l'orientamento e l'inserimento nei cicli di studio successivi

FINALITA' SPECIFICA DELLA MATERIA
Concorre alla formazione umana maturando le capacita' di comunicare, chiarire ed esprimere il proprio mondo interiore mediante i linguaggi propri della figurazione e tecniche nuove. Sviluppa le capacita' percettive, favorisce la lettura delle opere d'arte e l'apprezzamento dell'ambiente nei suoi aspetti estetici
OBIETTIVI TRASVERSALI (comuni a tutte le materie)
Stimolare e potenziare lo sviluppo armonico delle seguenti abilita' di base:

COGNITIVE
- Osservazione
- Registrazione e memorizzazione
- Osservazione e correlazione
- Comprensione
- Applicazione
- Analisi e sintesi

CONATIVE
- Attenzione
- Impegno
- Autonomia e Organizzazione
- Metodo e studio
- Flessibilita'
- Responsabilita'

SOCIO-AFFETTIVE
- Atteggiamento nei confronti della comunita' scolastica
- Auto ed Eteropercezione
- Controllo
- Integrazione

CRITERI SPECIFICI DELLA MATERIA

Gli alunni dovranno essere in grado di :
- Riconoscere i messaggi visivi presenti nell'ambiente
-Riconoscere ed usare materiali e gli strumenti tecnici
-Usare le tecniche in funzione delle espressioni volute
-Realizzare mezzi visivi personali (manifesto, locandina, ecc)
-Realizzare messaggi visivi in funzione espressiva descritta e narrativa
-Descrivere un documento o un'opera d'arte nelle sue varie componenti

OBIETTIVI OPERATIVI

Per il criterio specifico 1
- Sapere riconoscere i molteplici messaggi visivi presenti nell'ambiente
- Spiegare ed usare la terminologia e le espressioni specifiche
- Definire ed usare le strutture semplici del linguaggio visivi (punto, linea, colore, luce ecc.)
-Interpretare i linguaggi specifici di comunicazione sociale, ed utilizzarli con semplici strumenti

Per il criterio specifico 2
- Riconoscere ed usare i materiali e gli strumenti tecnici ( carta, matite, gessetti colorati, colori a cera, pennarelli, ecc.)
- Riconoscere e descrivere le tecniche espressive (grafiche pittoriche, plastiche)
- Usare le tecniche espressive
- Distinguere in lavori diversi le tecniche usate

Per il criterio specifico 3
- Realizzare messaggi visivi traendo spunto della realta' esterna, della lettura, dei mezzi di comunicazione sociale
- Interpretare messaggi visivi ricavati dall'esperienza diretta
- Realizzare messaggi visivi personali.
- Realizzare messaggi visivi in funzione espressiva, descrittiva e narrativa
- Riprodurre un documento o un'opera d'arte

Per il criterio specifico 4
- Elencare gli elementi che compongono un'immagine
- Descrivere un documento o un'opera d'arte nelle sue varie componenti
- Distinguere le caratteristiche principali di un'opera d'arte mettendola inrelazione al periodo storico
- Cogliere in un'immagine o in un'opera d'arte il messaggio inviato dallo autore

 METODOLOGIA

Le lezioni si svolgeranno secondo i seguenti passi
- Controllo dei compiti assegnati
- Lettura ed analisi del testo
- Verifica della comprensione
- Eventuale test o interrogazione di valutazione
- Assegnazione dei compiti a casa

SCANSIONE DEI CONTENUTI

MODULO UNO

Unita' Didattica 1 (settembre - ottobre)
Espressioni grafico- pittoriche con l'uso di diverse tecniche
Ripasso: Romanico e Gotico: caratteri generali
architettura: le cattedrali gotiche
scultura: Pisano e Antelami pittura: Giotto e Duccio di Boninsegna
Unita' Didattica 2 (novembre)
Esperienze legate al disegno ed al collage
L'arte del '400: caratteri generali pittura: Masaccio, Van Eyck, Antonello da Messina, Sandro Botticelli
scultura: Ghiberti e Brunelleschi, Donatello architettura: Brunelleschi, Alberti
Unita' Didattica 3 (dicembre)
Il mosaico (con cartoncino o altro materiale)
Prosegue ....L'arte del '400
pittura: Piero della Francesca, il Mantegna, architettura: l'architettura a Venezia
Unita' Didattica 4 (gennaio)
I colori a tempera (l'uso)
Arte del '500: caratteri generali
architettura: Michelangelo, Bramante pittura: Raffaello, Correggio, Giorgione scultura: Michelangelo, Cellini

MODULO 2 (febbraio- giugno)

Unita' didattica 1 (febbraio)
Disegno e colori a tempera- studio della teoria del colore
Prosegue l'arte del '500 pittura: Leonardo, Durer, Bruguel
Unita' didattica 2 (marzo-aprile)
Esperienze artistiche miste (tempera - collage)
Il 600: caratteri generali
architettura; il barocco, i giardini all'italiana, architettura a Torino e nel Sud. scultura; Bernini e Borrominipittura: Caravaggio, I Carracci, Rubens
Unita' didattica 3 (maggio)
Prosegue: arte mista
L'arte del 700: caratteri generali
Architettura: il Rococo', Nicola Salvi, Vanvitelli
Scultura: Canova Pittura: la pittura a Venezia; Tiepolo, Canali, Piranesi
Unita' didattica 4 (giugno)
Studio di un cartellone Pubblicitario Ripasso

 VERIFICHE E VALUTAZIONI
Verifiche previste:
- Interrogazioni orali
- Prove scritte

La frequenza delle verifiche sara' la seguente:
Oltre alla verifica quotidiana dei compiti e della comprensione, valutazioni
intermedie sono previste alla fine di ogni unita' didattica,il riepilogo generale e' previsto alla fine di ogni modulo

I CRITERI di valutazione sono i seguenti:

Per il criterio 1:
Liv. A (ottimo)
Comprende pienamente le strutture del linguaggio visivo, li utilizza con autonomia e originalita', ricorrendo anche a semplici strumenti
Liv. B (distinto)
Comprende le strutture del linguaggio visivo e le utilizza sicura ed approfondita
Liv. C (buono)
Comprende nelle linee essenziali le strutture fondamentali del linguaggio e le utilizza in modo sostanzialmente corretto
Liv.D (sufficiente)
Comprende in modo parziale e superficiale le strutture fondamentali del linguaggio visivo che utilizza con difficolta' e approssimazione
Liv. E (non sufficiente)
Comprende in modo molto parziale e confuso solo alcune delle strutture fondamentali del linguaggio visivo e le utilizza in modo scorretto

Per il criterio 2
Liv. A (ottimo)
Ha una conoscenza Approfondita dei materiali e delle varie tecniche espressive, che utilizza in maniera consapevole ed originale
Liv. B ( distinto)
Ha una conoscenza esatta delle varie tecniche espressive, che utilizza in maniera appropriata
Liv. C (buono)
Conosce le piu' semplici tecniche espressive e le usa in modo sostanzialmente corretto
Liv. D (sufficiente)
Ha una conoscenza confusa e parziale delle tecniche espressive, che usa in maniera imprecisa
Liv. E (non sufficiente)
Conosce in modo frammentario solo qualche tecnica espressiva, che stenta pero' a praticare

Per il criterio 3
Liv. A (ottimo)
Produce e rielabora, traendo spunto da piu' fonti, una molteplicita' di messaggi visivi in maniera autonoma e personale
Liv. B (distinto)
Conosce con precisione la struttura della lingua, e la usa adeguatamente
Liv. C (buono)
Conosce sostanzialmente la struttura e le funzioni della lingua, e la usa in modo abbastanza corretto
Liv. D (sufficiente)
Conosce in modo superficiale la struttura e le funzioni della lingua e la usa non sempre correttamente
Liv. E (non sufficiente)
Mostra gravi carenze sia nella conoscenza sia nella struttura della lingua che usa in modo scorretto anche nella produzione dei testi piu' semplici

Per il criterio 4:
Liv. A (ottimo)
Riferisce con sicurezza e padronanza sulle conoscenze acquisite cogliendone tutte le possibili relazioni ed esprimendo valutazioni personali e riflessioni critiche
Liv. B (distinto)
Rifersce in modo preciso sui contenuti appresi cogliendone le ralazioni fondamentali ed esprimendo semplici riflessioni personali
Liv. C (buono)
Rifersce nelle linee essenziali in maniera sostanzialmente organica sulle sulle conoscenze acquisite
Liv. D (sufficente)
Riferisce in modo parziale e poco organico sui contenuti appresi
Liv. E (non sufficiente)
Mostra poverta' di contenuti e stenta ad organizzarli, anche se guidato

SPAZI, STRUMENTI, MATERIALI
Gli spazi utilizzati saranno:
Aula di Classe
Biblioteca

Strumenti e materiali: " La fabbrica delle immagini (1-2) di AAVV, Petrini Editore
Giornali, riviste, vocabolari.


PER LA CLASSE TERZA MEDIA

FINALITA' GENERALI (comuni a tutte le materie)
- Elevare il livello di istruzione e di educazione di ciascuno
-Offrire occasioni di sviluppo della personalita' degli alunni in ogni direzione ( etica,sociale,affettiva,ecc.)
-Sollecitare la progressiva maturazione da parte dell'alunno della coscienza di se' e del rapporto con il mondo esterno
-Far acquisire un'immagine sempre piu' chiara ed approfondita della realta sociale che circonda gli alunni
-Promuovere la formazione dell'alunno come persona e cittadino secondo i principi della Costituzione Italiana
-Favorire l'orientamento e l'inserimento nei cicli di studio successivi

FINALITA' SPECIFICA DELLA MATERIA
Concorre alla formazione umana maturando le capacita' di comunicare, chiarire ed esprimere il proprio mondo interiore mediante i linguaggi propri della figurazione e tecniche nuove. Sviluppa le capacita' percettive, favorisce la lettura delle opere d'arte e l'apprezzamento dell'ambiente nei suoi aspetti estetici
OBIETTIVI TRASVERSALI (comuni a tutte le materie)
Stimolare e potenziare lo sviluppo armonico delle seguenti abilita' di base:

COGNITIVE
- Osservazione
- Registrazione e memorizzazione
- Osservazione e correlazione
- Comprensione
- Applicazione
- Analisi e sintesi

CONATIVE
- Attenzione
- Impegno
- Autonomia e Organizzazione
- Metodo e studio
- Flessibilita'
- Responsabilita'

SOCIO-AFFETTIVE
- Atteggiamento nei confronti della comunita' scolastica
- Auto ed Eteropercezione
- Controllo
- Integrazione

CRITERI SPECIFICI DELLA MATERIA

Gli alunni dovranno essere in grado di:
-Riconoscere i messaggi visivi presenti nell'ambiente
-Riconoscere ed usare materiali e gli strumenti tecnici
-Usare le tecniche in funzione delle espressioni volute
-Realizzare mezzi visivi personali (manifesto, locandina, ecc)
-Realizzare messaggi visivi in funzione espressiva descritta e narrativa
-Descrivere un documento o un'opera d'arte nelle sue varie componenti

OBIETTIVI OPERATIVI

Per il criterio specifico 1
- Sapere riconoscere i molteplici messaggi visivi presenti nell'ambiente
- Spiegare ed usare la terminologia e le espressioni specifiche
- Definire ed usare le strutture semplici del linguaggio visivi (punto, linea, colore, luce ecc.)
- Interpretare i linguaggi specifici di comunicazione sociale, ed utilizzarli con semplici strumenti

Per il criterio specifico 2
- Riconoscere ed usare i materiali e gli strumenti tecnici ( carta, matite, gessetti colorati, colori a cera, pennarelli, ecc.)
- Riconoscere e descrivere le tecniche espressive (grafiche, pittoriche, plastiche)
- Usare le tecniche espressive
- Distinguere in lavori diversi le tecniche usate

Per il criterio specifico 3
-Realizzare messaggi visivi traendo spunto della realta' esterna, della lettura, dei mezzi di comunicazione sociale
- Interpretare messaggi visivi ricavati dall'esperienza diretta
- Realizzare messaggi visivi personali.
- Realizzare messaggi visivi in funzione espressiva, descrittiva e narrativa
- Riprodurre un documento o un'opera d'arte

Per il criterio specifico 4
- Elencare gli elementi che compongono un'immagine
- Descrivere un documento o un'opera d'arte nelle sue varie componenti
- Distinguere le caratteristiche principali di un'opera d'arte mettendola inrelazione al periodo storico
- Cogliere in un'immagine o in un'opera d'arte il messaggio inviato dallo autore

 METODOLOGIA

Le lezioni si svolgeranno secondo i seguenti passi
- Controllo dei compiti assegnati
- Lettura ed analisi del testo
- Verifica della comprensione
- Eventuale test o interrogazione di valutazione
- Assegnazione dei compiti a casa

SCANSIONE DEI CONTENUTI

MODULO UNO

Unita' Didattica 1 (settembre - ottobre)
Espressioni grafico- pittoriche con l'uso di diverse tecniche
ripasso e approfondimento: L'ARTE DEL '500
Pittura, architettura, scultura. Leonardo da Vinci, Michelangelo, Raffaello
Unita' Didattica 2 (novembre)
Esperienze legate al disegno ed al collage
Prosegue il ripasso dell' arte del '500: Tintoretto, Veronese, Durer.
Unita' Didattica 3 (dicembre)
Il mosaicoL'arte del '600: approfindimento del Barocco
architettura, pittura e scultura
Unita' Didattica 4 (gennaio)
I colori a tempera
L'arte del '700: architettura, scultura, pittura
Il Rococo': F. Juvarra, Salvi. Canova Tiepolo, il Canaletto, Piranesi

MODULO 2 (febbraio- giugno)

Unita' didattica 1 (febbraio -marzo)
Disegno e colori a tempera- studio della teoria del colore
Arte dell'ottocento: pittura - scultura - architettura
Turner, Courbet, Hayez L'espressionismo; Manet, Renoir
Unita' didattica 2 (aprile) Esperienze artistiche miste (tempera - collage)
Arte, prosegue l'800 Van Gogh; il campo di grano con corvi
Cezanne Gaugin Art noveau
Unita' didattica 3 (maggio)
Prosegue: arte mista
Arte del 900: pittura- scultura- architettura
Espressionismo: Matisse, Derian, Munch
Picasso ed il Cubismo Arte astratta: Klee, Kandisky
Futurismo Dadaismo
Unita' didattica 4 (giugno)
Bauhaus Immagine fatta a punti, (puntinismo)
Le correnti artistiche del 900 (ripasso)

VERIFICHE E VALUTAZIONI
Verifiche previste: Interrogazioni orali, prove scritte

La frequenza delle verifiche sara' la seguente:
Oltre alla verifica quotidiana dei compiti e della comprensione, valutazioni intermedie sono previste alla fine di ogni unita' didattica, il riepilogo generale e' previsto alla fine di ogni modulo

I CRITERI di valutazione sono i seguenti:

Per il criterio 1:
Liv. A (ottimo)
Comprende pienamente le strutture del linguaggio visivo , li utilizza con autonomia e originalita', ricorrendo anche a semplici strumenti
Liv. B (distinto)
Comprende le strutture del linguaggio visivo e le utilizza sicura ed approfondita
Liv. C (buono)
Comprende nelle linee essenziali le strutture fondamentali del linguaggio e le utilizza in modo sostanzialmente corretto
Liv.D (sufficiente)
Comprende in modo parziale e superficiale le strutture fondamentali del linguaggio visivo che utilizza con difficolta' e approssimazione
Liv. E (non sufficiente)
Comprende in modo molto parziale e confuso solo alcune delle strutture fondamentali del linguaggio visivo e le utilizza in modo scorretto

Per il criterio 2
Liv. A (ottimo)
Ha una conoscenza Approfondita dei materiali e delle varie tecniche espressive, che utilizza in maniera consapevole ed originale
Liv. B (distinto)
Ha una conoscenza esatta delle varie tecniche espressive, che utilizza in maniera appropriata
Liv. C (buono)
Conosce le piu' semplici tecniche espressive e le usa in modo sostanzialmente corretto
Liv. D (sufficiente)
Ha una conoscenza confusa e parziale delle tecniche espressive, che usa in maniera imprecisa
Liv. E (non sufficiente)
Conosce in modo frammentario solo qualche tecnica espressiva, che stenta pero' a praticare

Per il criterio 3
Liv. A ( ottimo)
Produce e rielabora, traendo spunto da piu' fonti, una molteplicita' di messaggi visivi in maniera autonoma e personale
Liv. B ( distinto)
Produce e rielabora messaggi visivi traendo spunto da modelli dati
Liv. C (buono)
Produce messaggi visivi in base a stereotipi e schemi convenzionali
Liv. D ( sufficiente)
Produce messaggi molto semplici e solo se guidato
Liv. E (non sufficiente)
Stenta a produrre messaggi visivi anche molto semplici, i suoi elaborati risultano incompleti e confusi

Per il criterio 4:
Liv. A (ottimo)
Legge in maniera critica e consapevole i vari messaggi trasmessi attraverso le immagini e le opere d'arte, collocandole nel contesto storico ed individuando anche le intenzioni dell'autore
Liv. B (distinto)
Legge in maniera analitica i messaggi trasmessi attraverso le immagini e le opere d'arte cogliendone pienamente il significato e collocandoli nel contesto storico
Liv. C (buono)
Descrive in modo sostanzialmente esatto le caratteristiche salienti di immagini ed opere d'arte piuttosto semplici
Liv. D (sufficente)
Descrive in modo parziale e confuso immagini molto semplici e di un'opera d'arte coglie solo alcuni aspetti marginali
Liv. E (non sufficiente)
Stenta a descrivere anche se guidato immagini molto semplici e, nell'osservazione di opere d'arte, coglie solo qualche aspetto marginale

SPAZI, STRUMENTI, MATERIALI
Gli spazi utilizzati saranno:
Aula di Classe
Biblioteca
Sala da disegno

Il manuale di testo e': " La Fabbrica delle Immagini" (arte nel tempo) Vol.1 - 2 di Carlo Capranico, Ferdinando Cartella, Sergio Dallavecchia, - Petrini Editore
Giornali, riviste,vocabolari.

Homepage
NEWS
Istituto
Cartina della Scuola
Photogallery
Corsi Italiano
extra
Giornalino
Staff
Contact
Download
Links
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

©2004-2011 Copyrights of “Pietro Della Valle” School. All rights reserved.
Webmaster: Puia Razavieh